Il Master in Psicologia dello Sport e delle Attività Motorie

Il Profilo dello specialista


Lo Psicologo dello Sport e delle Attività Motorie è la figura professionale formata per valutare e potenziare i processi cognitivi, emotivi e comportamentali che influenzano le prestazioni dell’essere umano, degli atleti e delle squadre nel contesto motorio e sportivo.

Interviene sulla sfera psicologica, sociale, pedagogica, psicofisiologica, per coordinare nel modo migliore il rapporto pensiero-azione al fine di implementare competenze mentali quali l’attenzione, la concentrazione, la motivazione, il goal-setting, la gestione dell’umore e delle emozioni, la performance, la resilienza e l’autostima.

Fine ultimo è aiutare lo sportivo, o colui che vuole utilizzare il movimento per migliorare la propria qualità di vita, a raggiungere obiettivi concreti e realistici verso l’eccellenza e il proprio meglio.

 
 

Quali sono gli obiettivi del master?


  1. Fornire ai partecipanti l'acquisizione delle competenze di Psicologo dello Sport attraverso l'attività didattica, il confronto con esperienze di eccellenza, stage presso società sportive, project work e testimonianze di utenti ed esperti del settore.
  2. Sviluppare la professione di Psicologo dello Sport, attraverso la realizzazione di un percorso formativo strettamente correlato alle diverse esigenze del contesto sportivo e motorio, con considerazione verso le realtà territoriali e gli interessi dello specialista.
  3. Analizzare e diffondere alcuni tra i risultati più attuali ottenuti dai principali centri internazionali d'eccellenza, adeguandone strumenti e metodi anche al contesto italiano.
  4. Promuovere in ogni sport e nelle attività motorie l'intervento di Psicologi professionalmente competenti.
  5. Abilitare lo Psicologo dello Sport a esercitare e applicare la propria professionalità presso Federazioni Sportive, Federazioni Sportive Paralimpiche, Società Sportive, Palestre, Centri benessere, Scuole, Centri Educativi e Socio-Riabilitativi, come anche a favore di quegli utenti privati interessati a migliorare la propria prestazione con il life coaching e il business coaching, l’allenamento ad una migliore qualità della prestazione esistenziale, ambito verso il quale l’interesse sociale si va sempre più sviluppando.
  6. Approfondire conoscenze e abilità gestionali relativamente a temi quali: principi base della Psicologia dello Sport; efficacia relazionale nel rapporto con gli atleti relativamente agli sport di squadra ed individuali; abilità mentali degli atleti, dello sportivo e dell’essere umano in generale; analisi psicomotoria applicata allo sport; psicofisiologia nello sport; stile di vita e sport; età e sport; mondo del lavoro e sport; disabilità e sport.
  7. Preparare professionisti in grado di accogliere con un supporto altamente specialistico anche gli atleti che parteciperanno ai Giochi del Mediterraneo di Taranto del 2026.
 

Quali sono gli sbocchi professionali?


Numerosi professionisti, quali Tecnici, Istruttori, Allenatori, Psicologi, Atleti, sono già impegnati nel settore.

Diviene quindi indispensabile la specializzazione di figure professionali in grado di inserirsi in questo ambito con il valore aggiunto di un know how teorico, pratico e strategico che sia, per l’esperto che lo ha acquisito, di facile gestione e al contempo altamente valido per il conseguimento di risultati d’eccellenza.

I settori in cui inserirsi professionalmente sono Istituti d’Istruzione Pubblica e Privata di ogni grado, Palestre, Circoli, Scuole, Associazioni, Società e Federazioni Sportive a livello amatoriale, dilettantistico o professionale, eventi sportivi ordinari e straordinari, singoli Atleti o gruppi di Atleti e clienti privati. Qui il nuovo specialista potrà implementare con la propria professionalità quella di chi già opera nel settore e fornirà agli Atleti l’upgrade per andare oltre i limiti che si ottengono con il solo allenamento fisico.

Potrà inoltre pilotare ex novo, con le competenze acquisite, una dimensione moderna e adeguatamente proiettata al futuro in cui professionalità, migliore qualità e fruizione dell’esperienza sportiva, motoria ed esistenziale sono un diritto sempre più richiesto e sempre più dovuto. È in quest’ultima ottica che si aprono pure possibilità lavorative con singoli o gruppi di privati interessati a seguire programmi di life coaching altamente qualificati.

 
 

A chi è rivolto il master?


Per la specializzazione in Psicologi dello Sport è richiesto il possesso di:

  • Laurea in Psicologia conseguita secondo gli ordinamenti precedenti il D.M. 509/1999;
  • Laurea Specialistica in Psicologia ai sensi del D.M. 509/1999;
  • Laurea Magistrale in Psicologia ai sensi del D.M. 270/2004;
  • Laurea in medicina con specializzazione in Psichiatria o Neuropsichiatria o Psicoterapia;
  • Lauree equipollenti che abilitano alla specializzazione in Psicologia dello Sport.


Per la qualifica di Esperti in Psicologia dello Sport:

  • Laurea in Psicologia di I livello;
  • Laurea in Medicina e Chirurgia;
  • Laurea in Scienze Motorie;
  • Laurea in Scienze e Tecniche dello Sport;
  • Laurea in Fisioterapia;
  • Laurea in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate;
  • Laurea in Scienze Sociali;
  • Laurea in Biologia;
  • Lauree equipollenti.
  • Possono inoltre presentare domanda di ammissione i candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all'estero equiparabile per durata e contenuto al titolo accademico italiano richiesto per l’accesso al Master.
  • Verranno valutate anche le domande di Tecnici Sportivi in base al loro curriculum vitae.

Sarà attivato tra gli altri il patrocinio della SPOPSAM, che è attualmente l’unica struttura in ambito psicologico-sportivo nata nel 2008 coerentemente con l’art. 12 comma 1 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE al fine di rappresentare le componenti professionali, inserita nel registro per la trasparenza dell’Unione Europea per la Psicologia dello Sport con il numero di identificazione 550479521447-20.